domenica 3 maggio 2009

Ma lo faccio apposta?

Son qua che studio un pezzo per l'esame di piano complementare II e nel frattempo mi mando affanculo da solo.
Avevo scelto un brano non eccessivamente ostico ma che mi piacesse anche, cioè "You Don't Know What Love Is". Gli autori sono Gene De Paul e Don Raye ma il pezzo è probabilmente più facilmente associabile all'interpretazione di Billie Holiday, così sono andato a cercarmi il testo:


You don't know what love is
Til you’ve learned the meaning of the blues
Until you’ve loved a love you've had to lose
You don't know what love is

You don't know how lips hurt
Until you've kissed and had to pay the cost
Until you've flipped your heart and you have lost
You don't know what love is

Do you know how a lost heart fears
The thought of reminiscing
And how lips that taste of tears
Lose their taste for kissing

You don't know how hearts burn
For love that cannot live yet never dies
Until you've faced each dawn with sleepless eyes
You don't know what love is


...aaaposto! Non so, potrei anche darmi qualche martellata sui coglioni, giusto per fare l'en plein, a sto punto...

3 commenti:

chiaratiz ha detto...

ma il pianoforte è complementare a che strumento? (son solo curiosa)

Alessandro Arcuri ha detto...

Io suono il contrabbasso ma tutti quelli che nel corso di Musica Jazz del conservatorio (ma chiaramente anche di qualsiasi corso di Classica) non hanno come strumento principale il pianoforte, devono comunque saperci mettere i ditini su, per cui esiste il corso di "piano complementare". Ovviamente molto meno complesso (e limitato alla durata del proprio corso di studi) di quello che seguono i pianisti "veri".

chiaratiz ha detto...

sì, quella del piano complementare lo sapevo, mi chiedevo solo cosa suonassi di strumento "vero" :-)
Bello il contrabbasso.