lunedì 4 ottobre 2010

Punk's not dead!

Tanti anni fa, per essere "contro il sistema", un manipolo di imberbi e macilenti britannici decise che bisognava essere l'esatto opposto di ciò che la società imponeva. Per cui giù di parolacce, comportamenti inopportuni, sciatteria, eccetera eccetera.
Recentemente abbiamo potuto constatare che anche smadonnare è diventato parte del folklore governativo, ma in fondo è solo la ciliegina sulla merda.  Ormai è istituzionale il considerare inferiore chi è diverso da te, l'aggredire senza un reale argomento chi prova ad esporre le sue motivazioni, il truffare il prossimo alla prima occasione, il considerare il proprio tornaconto come fine unico e ultimo di ogni azione (e la collettività che se lo pigli pure in culo).
Per cui alla fine, a più di trent'anni dalla nascita del movimento punk, possiamo tranquillamente affermare che rispettare la legge, pagare le tasse, rispettare il prossimo, comportarsi civilmente, cercare di dare il proprio contributo alla società, è il nuovo atteggiamento punk e "contro il sistema" del nuovo millennio.
Resta da capire se bisogna per forza farsi la cresta o meno...

16 commenti:

SCIUSCIA ha detto...

Punk's ACTUALLY dead.

Arcureo ha detto...

Ma allora che parlo a fare?!?!

Punzy ha detto...

secondo me anche il riporto va bene..

Arcureo ha detto...

Eh no, il riporto ce l'ha già il nano...

Calzino ha detto...

Il riporto rivisitato può diventare una bella crestina mono-lato.
Uhhhh.

la Volpe ha detto...

sigh

d'altra parte nell'atto di nascita stesso del punk, e nel ruolo simbolico avuto dai Sex Pistols, si capiva che era soltanto uno svacco pronto a vendersi tempo zero al sistema...

Arcureo ha detto...

Uno: qua mi sa che nessuno ha capito il senso del post.
Due: i Sex pistols mi fanno una sega. Ramones, casomai. Che infatti NON si sono svenduti.

latteaigomiti ha detto...

sono talmente schifata ultimamente che la nascita di 'sto nuovo movimento punk (o riorganizzazine del vecchio, questo non l'ho capito bene) mi interessa, la cresta mi sembra pure troppo e poi alla mia età sarei parecchio ridicola ma se serve ci potrei fare su un pensiero ... fammi sapere

Bastian Cuntrari ha detto...

...mmm...
Rispetto la legge, pago le tasse, rispetto il prossimo, mi comporto civilmente e cerco di dare il mio contributo alla società.
Se vale ingelatinarsi la frangetta all'insù (ma tenersi i capelli lunghi con le meches), allora sono una punkissima!
Ma dimme te... all'età mia!

la Volpe ha detto...

no, il senso del post si è capito ma come al solito io poi parto per la tangente con cose che non c'entrano un cazzo

io vado coi clash, comunque ^^

SCIUSCIA ha detto...

Pure io tengo per i Ramones.

Tra i 3 "soliti", classifico:

1 - Ramones
2 - The Clash
3 - Sex Pistols

Arcureo ha detto...

I Ramones vengono comunque prima delle loro controparti inglesi. Magari non si sono autodefiniti "punk" fin dall'inizio, ma a loro non è che gliene fregasse granché.

il Ratto ha detto...

johnny rotten for president!

Arcureo ha detto...

Eh già, visto che non si possono candidare né Joey Ramone, né Joe Strummer... :-/

Ibadeth ha detto...

Io credo d'averlo capito, il senso del post: i veri punk (ovvero quelli CONTRO) sono quelli che si comportano per bene.
Il problema è come farsi riconoscere.
Io sono una ramarra, quindi per me non è un problema.

la Volpe ha detto...

be' non dicevo chi è arrivato prima, dicevo chi preferisco :p