domenica 13 dicembre 2009

Regalo di Natale anticipato

A Berlusconi sicuramente non dev'essere piaciuto granché, direi, ma al governo tutto è stato fatto il miglior regalo di natale che potessero sperare. Umilio Fido è già riuscito a delineare come mandante ideologico l'intera opposizione,  e state a vedere come calcheranno la mano su questa tiritera. Alla fine instilleranno nell'elettorato medio il dubbio che in fondo in fondo, ancora, l'equazione "sinistra=terroristi" è sempre valida. Nonostante la ferma condanna di tutti gli esponenti dell'opposizione (e ci mancherebbe) e anche se dovesse venir fuori che l'aggressore è uno squilibrato che crede di parlare con lo spirito di Tutankamon. Di conseguenza quei pochi che magari cominciavano ad avere dei dubbi che  continuare a votare un governo in cui unico compito è quello di parare il culo al padroncino (diciannove leggi ad personam!)  non fosse poi più così conveniente, penserà "beh sempre meglio che dei comunisti con la cultura della morte" (Ah, tengo a precisare che è una delle definizioni che ha dato proprio il nano, della sinistra, non sono parole mie! La "cultura della morte"! Rimettiti presto, ma poi ciucciamelo, co' ste definizioni!!!)
Adesso in qualsiasi discussione politica, da quelle spicciole al bar fino alle tribune politiche in televisione ci scommetto i coglioni che tireranno fuori che la sinistra è composta da gente che "aggredisce un povero anziano indifeso". Vedrete, cazzo!
Milioni di persone magari non-violente, oneste e la maggior parte neppure poi così di sinistra! Vista la percentuale di ex-DC nel Partito Democratico. Importasega.
Cavalcheranno la trigre della sinistra violenta.
Fra l'altro: 1) Che cazzo risolvi a pigliare a pugni un vecchio. 2) L'hai pure colto di sorpresa, per cui doppiamente vigliacco e 3) aaaah, adesso i problemi dell'Italia sono tutti magicamente risolti, no?
E non voglio nemmeno pensare a come sfrutteranno questo fattaccio per cominciare con repressioni mica da ridere... divieto di assembramenti, di manifestazione e chi più ne ha più ne metta.
Gli abbiamo REGALATO la tenuta fino a fine mandato, vedrete!

20 commenti:

la Volpe ha detto...

sperando che non ne approfitti per elezioni anticipate in cui stravincere e allungare il mandato fino al 2015

Arcureo ha detto...

Nunmecefappenzà!

Alessandro Tauro ha detto...

Sottoscrivo in pieno tutto quanto. La mia mente ha già partorito il quadretto delle prossime ore. Sto solo sperando che i vari esponenti dell'esecutivo abbiano meno immaginazione e fantasia di me.

Quest'anno il regalo di Natale per Berlusconi (al prezzo di una lacerazione del labbro) è arrivato in anticipo. E manca ancora la Befana...

Punzy ha detto...

Come dire...o si fa una cosa fatta bene (nel senso definitivo del termine) oppure non la fare che è peggio

sid ha detto...

la penso esattamente come te. :(

il Russo ha detto...

Cacchio me ne frega, il matto ha fatto bene eccheccazzo: io sò matto e sono in cura da 10 anni, tu m'insulti da 15 e io dò fuori di testa e ti castagno.
Succede...

Chica ha detto...

Arcureo..io ti ho risposto nel blog di Luz....vorrei solo ricordare le botte prese anche ieri da chi manifestava a milano...o da quelle prese sotto i miei occhi dagli studenti venerdì scorso....oppure il sangue non è (manco) quello uguale per tutti???

amatamari© ha detto...

Sì, pagheremo tutti quanti le conseguenze di quel gesto come fosse accaduto chissà quale grave attentato o cospirazione...

Susanna ha detto...

Sì, gli ha fatto un regalo da niente, quel povero psicolabile (che oltre che pazzo è pure scemo, a quanto pare)...

gatta susanna

Arcureo ha detto...

@ Chica: non ho mai detto che il suo sangue sia diverso da quello dei ragazzi manganellati in piazza, solo che il suo sangue, poi, può promulgare leggi restrittive, può far cadere ad hoc il governo e sull'onda emozionale cavalcata ad arte (e che consente di far dimenticare il fatto che fino a cinque minuti fa gli si stava dando del mafioso) VINCERE DI NUOVO LE ELEZIONI.
E CE LO CUCCHIAMO FINO AL 2015!!!
Anche te Russo... a volte mi date l'impressione che in fondo vogliate avercelo fra le balle, così da avere qualcuno da odiare.
Il nano va eliminato su basi LEGALI, perché è un fdarabutto, non fisiche! Ne volete fare un martire, si?

Arcureo ha detto...

A tal proposito riporto quello che dicono Gomez e Travaglio (spero non me ne vogliano. Qui c'è il link.)


Deve essere chiaro che chi ha colpito questa sera al volto il presidente del consiglio Silvio Berlusconi non è uno stupido, ma un delinquente. Il nostro pensiero sul Cavaliere è noto: crediamo che sia il peggior premier della storia repubblicana. Riteniamo che sia il perfetto campione di una classe dirigente nel suo complesso mediocre che non rappresenta il Paese e che il Paese non merita. Caste di questo tipo non si abbattono però con la violenza, ma con la forza dei fatti e delle idee. L'Italia ha bisogno di verità, di giustizia, di legalità, non di pugni in faccia o di insulti. Per questo è nato il nostro giornale, per questo è nato questo blog. Quindi ci auguriamo che il solitario protagonista dell'aggressione a Berlusconi venga punito con assoluta severità. Da parte nostra, invece, assicuriamo che andremo avanti come sempre: analizzando le cose, ragionando e (quando è il caso) protestando.

Post scriptum
Mentre scriviamo, giunge notizia che l'aggressore sarebbe in cura da 10 anni per malattie mentali al Policlinico di Milano. Fermo restando quello che abbiamo detto fin qui, chi già cercava improbabili mandanti morali o si preparava a lanciare l'allarme terrorismo farebbe bene a darsi una calmata anche lui.

Peter Gomez e Marco Travaglio

Chica ha detto...

@Arcureo:non ti ho accusato di disconoscere tutte le malefatte del nano, ma tu, o Travaglio e altri, parlate di batterlo su basi legali, di discutere, ragionare, analizzare...e finora è stato così, anzi, è stato peggio di così perchè chi dovrebbe organizzare un'opposizione forte in parlamento ,ha gigioneggiato fin troppo cautamente passeggiando con le pattine ai piedi per le aule del Parlamento stesso..così..tanto per non dare troppo disturbo...e sono cresciuti i disoccupati, i "morti di fame", le ingiustizie sociali, le disparità di trattamento...
Quindi , forse , qualcosa non va in questo fiume di parole che non diventano mai fatti consistenti, che offrano una speranza...
Io non ho bisogno di una persona da odiare..credo di poter impiegare meglio il mio tempo...però di certo, discorsi violenti contro chi non la pensa come loro, compagine di governo..come quelli che ci propinano da mesi non mi consentono di rimanere indifferente o addirittura dispiaciuta di quanto successo...
Il fatto che possa diventare santo o martire poi, non è cosa conseguente al gesto di ieri sera, visto che il nano non ha mai perso occasione di ribadire di essere perseguitato dai comunisti, toghe rosse, ecc....quindi?
Sicuramente cercheranno di sfruttare l'onda emotiva dell'accaduto, ne sono certa , ma se no fosse successo questo di certo avrebbero inventato altro.
Mi pare evidente che possono (e fanno) quel che cazzo vogliono con o senza il consenso degli altri.

Arcureo ha detto...

Eh, e quindi? Gli vogliamo dare altri argomenti?
Come ho già detto sul tuo blog, l'unica cosa che si può dire a Berlusconi è:

"RIMETTITI PRESTO, PERCHÉ NON ABBIAMO ANCORA FINITO DI PARLARE DELLE TUE COLLUSIONI MAFIOSE!"

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Ripeto qui il commento che ho postato da Alessandro Tauro:

Io veramente ritengo che non si debba dedicare a questo episodio un'attenzione eccessiva. Che essi tenteranno di sfruttarlo ai loro fini è scontato, e che ci riusciranno, anche. I fatti nudi e crudi sono però quelli che tu scrivi, uno squilibrato mentale, e quindi se la prendano col loro servizio d'ordine: evidentemente, non riescono ad averne uno decente.
Vorrei comunque evitare che anche noi finiamo per distrarci dal golpe strisciante in atto per soffermarci su un episodio marginale che influenzerà equilibri politici già oggi abbondantemente compromessi.

Arcureo ha detto...

Eh, e io che ho detto?

"RIMETTITI PRESTO, PERCHÉ NON ABBIAMO ANCORA FINITO DI PARLARE DELLE TUE COLLUSIONI MAFIOSE!"

;-)

Arcureo ha detto...

E anche Gilioli secondo me ci azzecca in pieno. Qui.

Alessandro Tauro ha detto...

Sottoscrivo in pieno sia la citazione del pezzo di Gomez e Travaglio, sia l'attentissimo (e realisticamente amaro) pezzo di Gilioli.
Rendono perfettamente l'idea di ciò che si pone di fonte ai nostri occhi nelle prossime ore. Ed è ciò a cui ho pensato sin dal primo istante in cui ho saputo della notizia.
Una sensazione di sconforto e angoscia mischiata alla brutta immagine del volto deturpato.

Perché mi fanno impressione le deturpazioni fisiche. Sia quando a subirle sono dei manifestanti che scendono pacificamente in piazza, sia quando è il peggior capo di governo dal '46.

Calzino genuino ha detto...

Hai ragione, che triste.
Il processo di mitizzazione di Silvio ha avuto la spinta definitiva a diventare sempre più reale...

Arcureo ha detto...

Ariquotiamo Travaglio, uno dei pochi a mantenere una certa lucidità:

"Nei prossimi giorni ci proveranno a criminalizzare tutto quel poco di opposizione che c’è, ci proveranno a utilizzare questo episodio per intimidire le forme di protesta e di contestazione e di opposizione spontanea, ci proveranno a dire “ allora adesso quelle trasmissioni televisive non devono più parlare, di mafia non bisogna più parlare”, perché? Perché poi se parli di mafia il matto tira la Madonnina: ci troveranno in tutti i modi, perché erano in difficoltà e lo sono, perché non è che siano mutate le condizioni per le quali sono in difficoltà, Berlusconi farà la sua legge per proteggersi dai processi, la farà con le medicazioni ma la farà, non sono cambiate le cose, ci sono ancora le ragioni per le quali bisogna fare una strenua e irriducibile intransigente opposizione politica e è per questo che, per poterla fare fino in fondo come e più di prima, bisogna continuare a ripetere che non si deve usare la violenza e guardate che, quando uno ripete che non si deve usare la violenza, non lo deve ripetere soltanto quando tirano le statuine in testa al Presidente del Consiglio: lo deve ripetere anche quando vengono manganellati gli studenti in Piazza Esedra o in Piazza Navona, quando vengono manganellati gli operai che fanno proteste perché stanno perdendo il lavoro, quando vengono mandati a morire in guerra i nostri soldati, ai quali è stato raccontato che andavano in missione di pace a regalare i fiori ai bambini afgani, cose di questo genere. La violenza va condannata sempre: anche in questo senso il nostro Presidente del Consiglio è il più grande provocatore e il più grande violento nella storia dei Presidenti del Consiglio italiani del dopoguerra, perché non dimentichiamoci che cosa è successo a Genova, al G8 di Genova, che cosa succede ogni volta che qualcuno tenta di protestare. Per cui la condanna della violenza in realtà non solo è la condanna dell’attentatore pazzo di Berlusconi, ma è anche la condanna della politica di Berlusconi e della sua violenza verbale e, ogni tanto, poliziesca, però bisogna condannarla tutta la violenza, altrimenti non si riuscirà a fare l’opposizione che lui si merita. Per avere l’opposizione che lui si merita il Presidente del Consiglio ci serve in ottima salute, perché quando se ne andrà da Palazzo Chigi - e prima o poi se ne andrà, se ne andrà maledetto dagli stessi che l’hanno votato - ci serve in ottima salute, perfettamente compos sui, perché si possa rendere conto fino in fondo del male che ha fatto alla gente."

(Comunque ascoltatevi tutto il suo intervento, QUI)

Arcureo ha detto...

Altra analisi mica da ridere, ad opera di Daniela Ranieri, dal blog di Daniele Luttazzi.
QUI.
Cito il passo più azzeccato, a mio parere:
"L’altra cosa che B manda a dire è: “sono miracolato”. Ecco l’altra violenza, quella linguistica, l’atro livello in cui si esprime il terribile del suo senso della politica: B riguadagna il terreno pericoloso della terminologia sacra, carismatica (l’unto dal Signore), magica, riassumendo in pochi minuti l’abito del martire, di colui che lotta contro tutto e tutti, invincibile, emissario diretto della volontà popolare attraverso la quale si esprime Dio."

...insisto col dire che secondo me ce l'abbiamo più in culo che in mano...!