mercoledì 16 dicembre 2009

Poi non dite che non ve l'avevamo detto

Bene, in Italia continueremo ad essere "liberi" di guardare tutti i grandifratelli che vogliamo, di comprarci tutti i telefonini ultimomodello che vogliamo, di farci tutti i mutui che vogliamo per andare ad intrupparci insieme ad altri connazionali a sciàrm, ma se putacaso volessimo avere un punto di vista leggermente differente da quello preconfezionato, su un qualsivoglia argomento, mi sa che dovremo cominciare ad abituarci all'idea che sarà sempre più difficile.
È iniziata la censura on-line in questo nostro bel paese parafascista.
Leggete questo post (finché vi è possibile) e scoprite come da ieri è diventato quasi impossibile reperire immagini del nano ferito, su Google. O anche questo qui, circa le foto del pazzo lanciatore di statuine. È solo un caso? È solo un overload dei motori di ricerca, o possiamo cominciare a fare ciao-ciao (con una gif animata di una manina) alla nostra libertà di reperire informazioni?
Io per non sbagliarmi propenderei per la seconda ipotesi...
Ragazzi, se avete davvero a cuore la libertà di espressione, divulgate questa notiza non tanto verso i vostri conoscenti italiani (l'Italia è telematicamente a livelli da terzo mondo, se parlate di internet ad una persona qualunque fermata per strada è più probabile che creda che stiate parlando della copertura in ETERNIT del vostro garage), quanto verso conoscenti STRANIERI.
La notizia che la censura, in Italia, sta marciando rapidamente verso livelli cinesi, deve arrivare all'estero! In altri paesi europei, negli Stati Uniti, in Canada o che so io... Si insomma in posti dove quando usano la parola "libertà" non lo fanno col tono dell'imbonitore o del piazzista che deve rassicurarti mentre te lo caccia in culo!
Lo sputtanamento mondiale, a questo punto, potrebbe essere l'unica maniera di salvarci le chiappe informatiche!!

11 commenti:

Calzino genuino ha detto...

Grazie Arcureo, diffonderò la notizia!

la Volpe ha detto...

ti segnalo che il problema c'è anche all'estero, quindi non è una decisione di Maroni, bensì una decisione dei motori di ricerca, da Google in giù

ora, perché lo abbiano fatto mi resta davvero incomprensibile...

Arcureo ha detto...

Per quello dicevo che forse poteva essere un sintomo di -chennesò- un overload tecnico o sòimicossa... a voler essere ottimisti, diciamo.
Ma non mi riesce molto, ammetto...

Punzy ha detto...

ok ma perche' l'avrebbero fatto? a che scopo? le immagini facevano comodo al governo e ai motori di ricerca..le motivazioni di questa censura mi risultano incomprensibili..

sara ha detto...

a me solo vengono i brividi ecco...

Arcureo ha detto...

Punzy, ciò che dici ha del vero, ma comunque non mi pare un bel segnale.
Io continuo a sperare in una "falla tecnica" ma poi leggo articoli come questo e mi viene freddo... :-/

la Volpe ha detto...

Niente falla tecnica, ieri su altavista si vedevano le immagini, oggi non si vedono più. Ho assistito alla rimozione "in diretta", per così dire.

Punzy ha detto...

Accidenti.
Allora e' vero..
sara' un caso ma la parola di verifica e' Truman...siamo gia nel Truman show???

Arcureo ha detto...

@ Volpe: vallo a spiegare a Mario Aldovrandi, allora.

il Russo ha detto...

Io è da mò che invoco inascoltato l'intervento dei Caschi Blu dell'Onu...

la Volpe ha detto...

ma i caschi blu da mandare a Google però...

continuo a non capire i motivi di questa cosa