lunedì 28 luglio 2008

Tanta fatica per nulla

Dal sito de La Repubblica leggo la solita notizia dei soliti minorenni che devastano la loro scuola, filmandosi col cellulare. A parte le ovvie considerazioni sul fatto che quando si commette un illecito sarebbe buona norma evitare di lasciare tracce e loro invece manca solo che chiamino la Universal per chiedere se Tobey Maguire e Shia LaBeouf sono disponibili ad interpretarli nel kolossal che seguirà... beh stavolta la cosa che mi ha lasciato perplesso è questa:
"[...]Affidati ai rispettivi genitori, i minori rimarranno in attesa delle decisioni dell'autorità giudiziaria."
Affidati ai rispettivi genitori?
Ma secondo voi se sono diventati delle perfette teste di minchia, la colpa di chi è?
E andate pure a ridarglieli?!?!
Fate la fatica di intervenire tempestivamente sul posto, ci arrivate perfino in tempo, li cuccate con le mani nella marmellata... e poi li ridate a coloro che li hanno così ben plasmati, rendendoli chiaramente degli esemplari cittadini?
A sto punto invece di accompagnarli a casa dategli direttamente le chiavi della volante e che facciano un po' quello che vogliono!

11 commenti:

il Russo ha detto...

La colpa non so di chi sia, ma sukl fatto che siano grandissime teste di minchia sottoscrivo in pieno!

Franco Zaio ha detto...

Non so se hai figli, io sì: sapessi come hai ragione! I genitori di questo periodo difendono a oltranza i figli, vittime dei professori, della società, del carovita. Come rimpiango i tempi in cui prof e genitori erano "alleati" nell'educare certe teste di cazzo. IN MINIERA, ALTRO CHE!

Alessandro Arcuri ha detto...

Non ho figli ma sono un figlio, e da qualsiasi parte la si veda il risultato è lo stesso.
Con rarissime eccezioni, teste di minchia tiran su piccole teste di minchia... ;-)

Prefe ha detto...

è vero che teste di minchia quasi irrimediabilmente ne tirano su altre, ma è ugualmente vero che molti genitori buoni e premurosi si trovano figli stronzi.
non lo puoi ignorare!

Alessandro Arcuri ha detto...

Vero... infatti ho detto che ci sono le eccezioni! Sempre molto poche, temo... :-/

Faina ha detto...

Come dice la Bibbia, "risparmia il bastone e vizierai il bambino."

certo che Dio ne sa sempre una più del diavolo, è un peccato che non esista.

Alessandro ha detto...

Ciao Alessandro! Innanzitutto grazie per aver aderito alla mia iniziativa "LORO NON SONO DIVERSI DA NOI". Spero che in molti prendano coscienza della gravità della situazione...

Per quanto riguarda i ragazzini che fanno queste cavolate nelle scuole o chissà dove, mi trovi perfettamente d'accordo...
Anzi, io addirittura punirei anche i genitori che evidentemente non sono stati capaci di educare i propri figli!

Per il resto il mio motto rispecchia il tuo pensiero: "L'abito (nella maggior parte dei casi) fa SEMPRE il monaco"!

Per cui, per dirlo con le tue parole: "...Con rarissime eccezioni, teste di minchia tiran su piccole teste di minchia"!

alfa ha detto...

Mah, guarda, io 'ste teste di cazzo proprio non le comprendo. Glie' darei 'n sacco de' calcinculo che manco te li immagini... ^__^

Pape Satan Aleppe ha detto...

I nostri adolescenti sono sempre più rincoglioniti ... si stanno "grandefratellizzando"

Imagine ha detto...

il problema è che non sono i genitori che li hanno plasmati, la loro colpa è probab averli lasciati plasmare da mamma tivvù!

Giangidoe ha detto...

E' un discorso complicatissimo.
Io conosco così tanti amici o parenti (anche solo di poco più grandi di me), cresciuti con gli stessi miei -sani?- valori e suggestioni socioculturali, che si disperano quotidianamente con dei figli che vanno dal semplice ribelle al quasi teppista e mi chiedo: ma io, che sono così sicuro dei fatti miei, cosa potrei fare per evitare che il mio "virtuoso" figlio sia trasportato dal flusso giovanile di moda/follia di tempi che non mi appartengono? Oltre a prenderlo un pò a legnate o a dialogarci sinceramente, di tanto in tanto...
In cosa potrei fare meglio laddove persone che io ritenevo all'altezza hanno fallito o stanno fallendo?
E non sono neanche pochissime.
Ambiente? Corredo genetico? Semplici spontaneità caratteriali? Abitudini sociali, tecnologiche, mediatiche iperdinamiche ed imperscrutabili?
Forse, non saprei.
Per ora, non ho nessuna intenzione di rischiare di sbagliare. E come me, con la stessa preoccupazione, tanti amici hanno letteralmente paura di fare figli. Oltre alle già note legate alla stabilità e alle possibilità economiche.
Lo so, suona un pò come una sconfitta, come la solita solfa generazionale che si ripete. Ma ora più che mai è un pensiero costante.