martedì 13 gennaio 2009

Perle ai porci

A non tutti capita di essere nipoti di Dino De Laurentiis, giusto? Come neppure a tutti capita di essere figli di Vittorio De Sica... e non in tutti i paesi capita di produrre perle cinematografiche come "Amici Miei". Capisco che avere certe eredità culturali sia pesante ma perché mandare per forza tutto in vacca?
Eh già perché la Filmauro (guidata da quel nipote di cui sopra) sta architettando un tremebondo prequel -ambientato nel '400- del capolavoro di Mario Monicelli e con fra i protagonisti quell'ormai inguardabile figlio di cui sopra!
Il cast comprenderebbe anche Claudio Bisio, Fabio De Luigi (i quali si giocherebbero ogni straccio di credibilità rimasta loro addosso) e Massimo Ghini (forse un tentativo di dare una parvenza di credibilità al tutto? Devono aver pensato che ingaggiare, non so, Dado, sarebbe stato effettivamente troppo...)
Ma vi immaginate la sublime amarezza di quel meraviglioso film mandata a puttane con battutacce prevedibili e di bassa lega, magari mutuate dai triti e ritriti sketches di Zelig o simili? E perché non infilarci qualche tormentone attuale, magari?
Che non osino parlare di "omaggio" per carità... questa è speculazione bella e buona.
Ma non sono il solo a pensarlo, eh! Già l'articolo da cui ho tratto il tutto riporta notevoli prese di posizione, a riguardo, soprattutto sul web. C'è chi ha perfino creato una pagina di Facebook per opporsi allo scempio! E pure l'universo dei blogger non sembra rimanere indifferente, come si può leggere qui, qui, qui e qui, giusto per fare qualche esempio...
Beh io non potevo non dare risalto alla cosa, qui su Blogspot, ma siccome non sono iscritto a Facebook, rimando a chi eventualmente lo fosse, fra chi mi legge, l'invito a sostenere il gruppo «Giù le mani da Amici miei: fermiamo De Sica e il suo annunciato prequel», fondato dal giornalista Franco Bagnasco, ribattezzatosi per l'occasione "il figliolo del Perozzi".
E già che siamo in tema vi fracco un immortale spezzone che riguarda appunto proprio il "figliolo del Perozzi". Così, giusto per gradire.

5 commenti:

articolo21 ha detto...

ahahah il filmato sempre grande

Bastian Cuntrari ha detto...

Maledetti! È come fare un sequel di "Quarto Potere" di Orson Welles con i giornalisti di Striscia!
Immagino cosa riuscirebbero a dire al posto dell'inenarrabile tirata della supercazzola!
Se ti dico che, almeno una volta l'anno, me lo rivedo e ci rido sopra come la prima volta?

Punzy ha detto...

quoto bastian...maledetti

Prefe ha detto...

minchia l'hai presa proprio a cuore!

faina ha detto...

buon sangue non mente...

forse Christian De Sica è nato da una relazione clandestina.