lunedì 27 ottobre 2008

Terminologie

Ho un dubbio. Prendete una persona che fa carte false per partecipare ad un programma che dovrebbe risollevare la sua macilenta popolarità. E considerate che questo programma viene ambientato in mezzo alla natura più selvaggia, senza tutte le comodità della vita moderna (ma il Nostro lo saprà, no? Avrà pur firmato un contratto, no?).
Poi il suddetto personaggio si fa la bua, sta male, che cazzo ne so, gli succede qualcosa.
Io sarei portato a pensare che all'atto di imbarcarsi nell'avventura di cui sopra, egli fosse ben conscio di ciò a cui andava incontro. Anche perché tenderei a pensare che chi organizza la cosa non sia così allocco da non considerare certe eventualità o imprevisti e che nel contratto ci siano clausole tipo "botte dde fèro".
E invece ecco che il personaggio decide di far causa all'azienda che gli ha offerto (rischi compresi, ovvio) questa penosa ultima chance.
Ecco, uno così, come si definisce?
So che c'era un termine napoletano molto efficace, "chiagne e fotte", mi pare... ma non essendo io della zona potrei anche sbagliarmi.
Sbaglio?
Chi sa darmi delucidazioni?
Punzy?

15 commenti:

articolo21 ha detto...

Io credo che rivolgersi a Punzy sia la miglior cosa ahaha

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Io credo che la cosa migliore sia non guardare quel programma.

Alessandro Arcuri ha detto...

...non avendo la televisione mi riesce particolarmente bene! ;-)

Alessandro Arcuri ha detto...

Oh attenzione, notizia dell'ultim'ora.
Il Nostro pare rinsavito e non fa più causa a nessuno (almeno secondo quanto si può leggere qui).

...e la vita continua...

Giangidoe ha detto...

Bisognerebbe chiedere al Grande Capo cosa ne pensa di quest'ultima preziosa dichiarazione di Massimo Ciavarro...

Bastian Cuntrari ha detto...

"La fama dei grandi uomini dovrebbe sempre essere commisurata ai mezzi di cui si sono serviti per conquistarla", disse La Rochefoucauld.
E mi sembra che l'Isola - come mezzo - sia una cagata: ma poi, chi cazzo è 'sto Ciavarro???

Alessandro Arcuri ha detto...

Uno che negli anni '80 compariva in film per adolescenti premestruate, vedi te.

Susanna ha detto...

Lo definirei coglione. O furbone: vuole che si parli di lui sino all'ultimo. Raschia, per così dire, il fondo del barile.
gatta susanna

Punzy ha detto...

Vi tolgo la curiosita': Chiagne e fotte e' esattissimo, letteralmente: piange per una situazione da cui contemporaneamente trae beneficio

:)

Alessandro Arcuri ha detto...

WOO-HOOO!
Allora ci ho azzeccato!
Hovvintoqquaccheccosa?

silvano ha detto...

Nemmeno io sono un grande esperto, ma l'impressione è che anche nella malattia ci sia la scenggiata, la trovatona per far alzare audience, che credo sia abbastanza depressa.

cornflake girl ha detto...

Per principio mi rifiuto di guardare i reality. Ma purtroppo te li ritrovi ospiti in qualsiasi trasmissione! Da quel poco che ho visto, sti programmi sono diventati veramente "l'ultima spiaggia" per gente che forse, un tempo era famosa. E per chi cominci la sua "carriera" così... bè... forse questa stessa gentaglia ce la ritroveremo a meteore!

il Russo ha detto...

Ah il Ciavarro di Sapore di mare, che tempi, com'eravamo giovani....
Parlando seriamente, ma si fottesse la Ventura e tutti quelli sull'isola.

silvio di giorgio ha detto...

cinquant'enni vissuti sempre in mezzo agli agi che partono allo sbaraglio..coglioni...giucas casella ha avuto un'ischemia,eh...ora però è più lucido di prima

Prefe ha detto...

la traduzione di punzy è molto punziana