lunedì 29 settembre 2008

Mamma, mamma, vado all'università. Mi accompagni?

Lo so già che farò la figura del vecchio barbogio, sempre lì a mugugnare "ai miei tempi... gneugneu... i giovani... brhmmmbrhmmm... a calci in culo... uhmuhmmm...", ma giuro che non è mia intenzione! Prima di tutto non sono (ancora) così vecchio. Al limite sono "diversamente giovane", come dice il grande Cesare Pegoraro di Radio Sherwood. Però insomma certe cose saltano all'occhio!
Vi spiego: in questi giorni, all'Università di Padova, stanno terminando le preimmatricolazioni per l'Anno Accademico 2008/2009 ed io, lavorando attaccato alla sede deputata a tali pratiche, ho un punto d'osservazione privilegiato. E non ho potuto non notare che la percentuale di futuri studentelli che vengono ad immatricolarsi accompagnati dai genitori, è elevatissima!!! Giuro!! Magari vedi il baldo giovinotto, tutto fico e tappato come Marracash, però seguito a debita distanza da mammà e papà. Di solito entrambi sullo spaesato andante (forse, nel caso del papà, per l'impressionante quantità di fregn... di giovini fanciulle. Ma è solo una mia ipotesi)
Vabbè... io non so... ai miei tempi... no vabbè lasciamo perdere sennò faccio la figura del vecchio barbogio che, eccetera eccetera...

19 commenti:

articolo21 ha detto...

C'è un grande senso della famiglia in Italia! Cribbio!

Giangidoe ha detto...

Ma sai, coi tempi che corrono... Nessuno si fida più dei maestri, figuriamoci dei professori!

Pape Satan Aleppe ha detto...

Beh, sai: quando ci si immatricola è d'obbligo il pagamento della tassa; quindi la mamma (od il papà) possono servire ...
Mi domando, visto l'alta densità degli accompagnati, e visto la sfiducia a lasciare elevate somme di denaro ai figli, "ma quanto costa un anno di tasse universitarie?"

Alessandro Arcuri ha detto...

Mbè... il pagamento lo puoi fare o coi bollettini postali (e mi auguro che almeno in posta ci vadano da soli) o anche col Bancomat, mi pare.
Comunque non so esattamente quanto costi un anno di tasse universitarie, oggigiorno, ma ricordo che la prima rata di quando mi sono iscritto io (A.A. 1989/90... gesuggiuseppemmaria...) era di 127.000 lire.
65 € e 59 centesimi.
Commovente...

silvano ha detto...

Sono un vecchio barbogio anch'io per cui calci in culo ecc. ecc.
Ma vedi i tempi sono cambiati, è pericoloso lasciare i ragazzi da soli per strada, ai nostri tempi non c'erano i negri, c'era magari la mala del brenta, ma questo non conta...dicevo? Sì, io mi ricordo che qundo mi isrissi al palazzo del grande Bohhh!, non solo ci andai ovviamente senza genitori, ma se li avessi mai portati mi starebbero ancora a prendere per il culo gli ex studenti del tempo.
Cose da pazzi...accompagnati da mamma e papa. E quando vanno a fi.. - riformulo E quando vanno a passeggiare con le loro coetanee ancor si fanno accompagnare da mamy e papy?

Andrew ha detto...

concordo con giangidoe :)

Anonimo ha detto...

Dunque, posso affermare - perché laureanda in Psicologia ancorché non giovanissima, quindi vecchia barbogia... gneugneu - che un anno di tasse universitarie ora costa sui 1.300 euri.
Inoltre... calci in culo alla nuova generazione! Altro che flipper alla nuova generazione! (citazione Rocco Tanica)
gatta susanna

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Sè...infondo per un genitore è un evento.
Scherrzo...siamo un popolo di mammoni.
Ciaooo

ladyoscar ha detto...

quoto schiavi o liberi.

Alessandro Arcuri ha detto...

@ Gatta Susanna: Patè d'animo! Il mitico album di Claudio Bisio e Rocco Tanica!!! Hai risvegliato in me ricordi fossili!
^__^
A'

cornflake girl ha detto...

però al supermercato a comprarsi le Sbirre ci vengono da soli... altrochè! anzi direi in branco. E l'altro giorno quasi mi menavano perchè non ho voluto vendere alcoolici a dei minorenni. Per fortuna che c'è l'omino della sicurezza, che viene al lavoro ovviamente accompagnato dalla mamma!

Prefe ha detto...

beh dai,
ridicoli...

il Russo ha detto...

Ecco un altro barbogio: io abito vicino ad un istituto professionale, bè, tutti a scuola accompagnati in macchina, come facevamo noi a 17 anni a salire su un pulman da soli ed arrivare sino a scuola senza perderci?

Susanna ha detto...

..Ma cosa credi, che la cinquecento lire da inserirmi nell'apposita feritoia cresca sugli alberi? te, i tuoi amici e le tue sigarette di dddddddroga....
Che bei ricordi!
gatta susanna

Bastian Cuntrari ha detto...

Porca l'ochina! Ma allora, qualcuno più giovane di me la pensa come me! Bene, mi consolo: 3 anni fa ho segnalato una mia nipote per un posto di lavoro in cui era richiesta la perfetta conoscenza della lingua inglese (l'aveva: messi sotto pressione da me a da mio marito i genitori - obtorto collo - le hanno concesso un anno con Intercultura, ed è stata negli USA per 1 anno). Era richiesta anche la disponibilità a viaggiare, perché la società (che conosco da anni) organizza spesso Congressi anche all'estero. Ho fornito a suo padre (mio cugino) tutte le (ovvie) garanzie possibili e immaginabili: è una società super seria, di veri professionisti, può avere un futuro, bla.. bla... bla...
E - al colloquio di lavoro - lei (1° anno di Scienze Politiche) si fa accompagnare da papy!!

Ai mei tempi... brhmmmbrhmmm... a calci in culo... Naturalmente, non l'hanno presa...

Alessandro Arcuri ha detto...

...immagino non "accompagnare" nel senso di "farsi dare uno strappo in auto", eeeh? ;-)

acrimonia ha detto...

Farò la vecchia barbogia anch'io, a 26 anni, perché mia madre o mio padre NON E-SI-STE che mi abbiano mai accompagnata da nessuna parte. Ma neanche il primo giorno di scuola superiore! Figuriamoci all'iscrizione all'università, aò!
Son cose che non capisco.
Il protettivismo da parte dei genitori non va bene, ma al limite ci può anche stare, ma ste ragazzette, sono loro che dovrebbero dire "Senti, non è più latte quello che ho in bocca, mamma!" :)

Alessandro Arcuri ha detto...

...sssì... ti rendi conto che hai fraccato un doppio senso della madonna, con questa tua ultima affermazione, vero? ;-)

acrimonia ha detto...

Ma chi, io?!
Ma se ancora mi faccio accompagnare da mamma e papà a fare la spesa!
;)