lunedì 16 maggio 2011

Il contaballe - diciottesima puntata (inazione e reazione).

Probabilmente in Europa sono meno abituati all'adagio tutto italiano dello "scurdammoce 'o passato", o del voler far finire sempre tutto a tarallucci e vino, e altrettanto probabilmente, quando si trovano di fronte dei cazzari conclamati, gli viene naturale prendere dei provvedimenti.
Tipo che se "qualcuno" (sappiamo benissimo chi) promette, per l'anno 2009, il versamento di 160 milioni di dollari al Fondo per la lotta all'AIDS, e addirittura 183 milioni per l'anno successivo ma poi, lì al suddetto fondo, di soldi se ne vedono arrivare ZERO... ecco che -com'è, come non è- incredibilmente vengono addirittura presi dei provvedimenti!
Va che son strani in Europa, eh!
Qui invece abbiamo un pagliaccio che è dieci anni che promette, promette, promette... e quando gli fanno notare che ha anche fatto un "contratto con gli italiani" i suoi solerti cagnolini legulei si inventano prontamente che "il suo contratto non aveva valore contrattuale"(fantastico...) ma nessuno che riesca a togliercelo dai coglioni.

1 commento:

angie ha detto...

il fatto è che l'anno dopo ha promesso di sconfiggere il cancro, tagliando fondi alla ricerca e agli ospedali: sai com'è... troppi miracoli assieme!