giovedì 25 novembre 2010

It's logical, Jim!

Il tenente Spock avrebbe le convulsioni, in un caso come questo. Il "ministro" dello sviluppo economico Paolo Romani (fortemente voluto dal nano, e ora si capisce anche perché) ha appena calato una consecutio logica che se non fosse tutto drammaticamente vero strapperebbe le risate più convulse e applausi ascena aperta.
Il genio in questione ha appena sentenziato che "chi ha la corrente elettrica deve pagare il canone RAI".
Rileggete pure con calma perché tanto non è che quanto scritto cambierà coi successivi passaggi del vostro incredulo sguardo attonito.
Secondo quel patetico caso umano "se uno ha l'elettricità, ha anche l'apparecchio tv".
Adesso trovatemi una fottuta relazione causa-effetto fra le due cose. No dico, avesse detto il contrario ("se uno ha la tivù, allora è probabile che abbia l'elettricità in casa") avrei anche quasi quasi tenuto a bada la mia carica polemica... perché in fondo, a meno che tu non voglia trasformarla in un acquario, la TV ha senso tenersela in casa per accenderla di tanto in tanto. E poi adesso che son tutte ultrapiatte, una televisione non puoi nemmeno trasformarla in acquario!
Ma il contrario?
O grossa testa di cazzo, io l'elettricità in casa ce l'ho per far funzionare la lavapiatti, il frigo, lo stereo, etc etc... (ah e anche il computer che a te fa tanto paura, visto che con esso si può accedere ai canali di informazione non manipolati dal tuo padroncino).
Io la TV non ce l'ho, non ho intenzione di perdere tempo a dimostrarlo a nessuno (visto che un'altra genialata dell'ebefrenico è che "chi non ha la televisione dovrà dimostrarlo e solo in quel caso non pagherà") e non ho intenzione di pagare alcunché.
Fate schifo dal primo all'ultimo, sapevatelo.

7 commenti:

la Volpe ha detto...

non puoi immaginare quanto sia difficile dimostrare alla tv di stato norvegese che non possiedo un televisore...

paola ha detto...

Nemmeno io ho la tv, e quindi non difendo le parole di Romani, ma credo che il geniale Romani voglia solo applicare una legge che c'è. Ossia, da quel che mi ricordo, la legge dice che deve pagare il canone chiunque abbia qualsivoglia apparecchio atto al funzionamento di un televisore.
E quindi una presa di corrente.
A meno di non vivere in una grotta e di far funzionare gli elettrodomestici a manovella, dovremmo pagare tutti il canone rai.
Naturalmente non esiste, nemmeno io pago e non intendo dimostrare l'assenza di televisori in casa mia, ma forse il tizio si è accorto che la legge già esistente potrebbe essere applicata in questo modo.

Arcureo ha detto...

Possedere una tivù NON È la stessa cosa dell'avere l'elettricità in casa. Altrimenti con questa presunzione di possesso tu dall'utenza dell'acqua corrente potresti essere accusato di possedere una piscina privata. O solo perché hai un'automobile allora potresti prima o poi usufruire delle autostrade, per cui paghi tutti i biglietti di tutte le tratte. (Autostrade che già parzialmente sono pagate con le nostre tasse, esattamente come la TV di stato già lo è)

paola ha detto...

Non dico mica che non sia allucinante. Certo che avere l'elettricità non è come avere la tv. La legge dice che dovrebbe pagarlo " chi possiede o detiene apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive" quindi sicuramente chi ha un computer connesso, volendo. l'estensione a chi ha l'energia elettrica è una di quelle forzature che piacciono tanto ai legali e che permettono talvolta di legittimare cose che non sembrano legittimabili.

Arcureo ha detto...

Appunto... gli apparecchi sono una cosa, l'elettricità, che serve a far funzionare anche apparecchi diversi, è un'altra faccenda.
Perché mai devono sparpagliare tasse alla cazzo di cane, per mascherare la loro incapacità di fare controlli, devo ancora capirlo.
Fra l'altro siamo in Italia. Se mettessero una tassa sull'elettricità per far pagare il canone RAI scommetto che troveremmo interi plotoni di televisioni collegate a generatori diesel.
È inutile mettere tasse un tanto all'etto se poi non controlli mai un cazzo...

Punzy ha detto...

dal mio punto di vista, sono LORO che mi devono dimostrare che ho la tv..ho vissuto per sette anni in un opalazzo che non aveva l'antenna centralizzata e, secondo loro, io DOVEVO DIMOSTRARGLI che NON avevo un televisore..comunque, visto che ho la corrente, è probabile che io abbia anche una macchina del tempo, che lo sanno tutti che va a corrente, o un robot che si carica a corrente, oppure un missile; visto che poi in italia abiamo il sole allora è possibile che io abbia una tremenda arma da energia solare eccetera eccetera, l'unica cosa non possibile è che io abbia dei governanti intelligenti, incorruttibili e competenti

il Ratto ha detto...

se ben ricordo il canone è dovuto in virtù del possesso di qualsiasi strumento atto a ricevere il segnale rai,
quindi anche cellulari, smartphones, computer.

romani avrebbe potuto più semplicemente dire:
il canone rai è dovuto da tutti coloro che hanno il buco del culo,
sta a loro dimostrare la mancanza del suddetto