martedì 2 agosto 2011

Il paese alla rovescia

Loro ci provano a cancellare la memoria storica. E quel che è peggio ci provano con scuse patetiche indegne di chi dovrebbe rappresentare le istituzioni (paura delle contestazioni e dei fischi... per i soldi che prendono dovrebbero domare grizzly a mani nude, altro che aver paura dei fischi!).
Siamo governati da gentaglia indegna di rappresentare il popolo che -invece- è spesso capace di slanci di solidarietà e coraggio spontanei e sorprendenti.
Le persone che dovrebbero essere "migliori" -rappresentando gli interessi di tutti, le istituzioni di tutti e alla fine la Res Publica- sono troppo spesso peggiori delle persone che rappresentano.
È ora che finisca questo periodo asfittico di crisi civile. È ora che torniamo a pretendere dai rappresentanti delle istituzioni la dignità che gli compete. È ora che la finiscano di salvarsi il culo raccontando barzellette o facendo i simpatici.
Non ci servono politici simpatici. Ci servono politici seri.

2 commenti:

Berica ha detto...

Ho appena ricordato (nel mio blog) la strage fascista del 2 agosto 1980, caricando la stessa immagine dell'orologio fermo all'ora dell'esplosione.
Diversamente dagli uomini che dovrebbero rappresentare le istituzioni democratiche, noi ci ricordiamo e ci siamo!

Ibadeth ha detto...

Forse non sono neanche tanto in disaccordo con chi mise la bomba, ecco perché non ci vanno...