giovedì 23 giugno 2011

La soluzione finale



A giudicare dai commenti che fioccano in giro, mi sa che Berlusconi ha capito perfettamente come fare per impedire nei secoli dei secoli che l'opposizione si ricompatti e si presenti come valida alternativa. Gli basta farsi vedere a breve distanza da qualcuno della suddetta opposizione che automaticamente molti dei simpatizzanti di quel qualcuno gridano all'alto tradimento, giurando di non votarlo mai più. (Bingo!)
Evidentemente la demonizzazione dell'avversario (in qualsiasi direzione essa vada) paga sempre, in casa Berlusconi.

4 commenti:

Ernest ha detto...

ma si è tutto assurdo
E' chiaro che anche a me quella foto fa girare le balle.
Ma vorrei proprio vedere gli altri che ora parlano cosa fanno in parlamento non lo salutano.
Il problema non è questo, la foto, la parola, il problema è che l'opposizione deve stare unita, e proporre un candidato.

Arcureo ha detto...

Anche Di Pietro stesso ha detto "ma che dovevo fà? Je dovevo menà?".
Per quanto uno sia un tuo avversario, non è che per questo devi dimenticare le regole base della convinvenza civile. Puoi ascoltarlo, parlarci, e poi eventualmente dirgli "...'a Silvio, ma chi cazzo credi di prendere in giro, dai, suuh!"

Punzy ha detto...

idem, la foto mi fa girare le scatole..ma tanto se si fosse alzato o girato di schiena oggi i commenit sarebbero stati: Tonino intransigente, non conosci l'educazione, tornatene in MOlise a zappa' la terra ecc..niente, raga' b ne sa una piu' del diavolo

Ibadeth ha detto...

In effetti, io penso che se veramente avessero voluto inciuciare, non si sarebbero messi a parlare davanti a tutti. Si sarebbero visti di nascosto e non avremmo saputo niente.